sabato 25 settembre 2010

Impressioni di Settembre



Come il capitolo appena concluso di un buon libro, le ultime pagine dell'estate sono sfogliate via dall'altra parte, andando ad aggiungersi alle innumerevoli pagine dell'archivio dei ricordi...

E, puntuali come tutti gli anni, sopraggiungono le nuvole e la pioggia... ieri dalle mie parti pareva ci fosse in azione un uragano!

Si conclude un'altra estate, segnata da pochi viaggi e molto lavoro, ma per fortuna anche da bei momenti passati con gli amici, la donna che amo e, perché no? con la passione per i videogames...

Settembre è il mese del mio compleanno e, videoludicamente parlando, è quello più proficuo, grazie ai regali di amici e parenti che, conoscendo il mio amore per il videogioco, non mancano di contribuire alla mia piccola collezione. Per non parlare dei generosi regali che mi faccio da solo!



Parlare del mio compleanno, a dire il vero, mi mette un po' d'ansia, dato che questo è il mio ultimo "ventesimo" e l'anno prossimo si entra nel club dei trentenni... ma questa è un'altra storia...

L'estate 2010 per me ha segnato il ritorno verso un'altra passione che da tempo avevo messo da parte, ovvero la musica: ho ripreso in mano la chitarra dopo più di quattro anni e, come se non bastasse, ho cominciato a smuovere mari e monti per riuscire a mettere su una band... chissà come andrà a finire!

Per quanto riguarda l'aspetto videoludico, come dicevo prima, questo mese ha visto qualche interessante new entry nella mia ludoteca elettronica, se così la possiamo definire.

Innanzitutto una menzione d'onore al mitico Phil M., mio stimatissimo socio nonché grande amico, che mi ha fatto un regalone! Trattasi della versione Xbox 360 di Nier, perla di action jrpg prodotto da Square Enix e realizzato da Cavia (gli stessi di Drakengard e Bullet Witch): un gioco che mi ha fatto mettere da parte gli altri titoli che stavo giocando sulla console Microsoft per dedicarmici anima e corpo. Sono a circa nove ore di gioco e già il feeling è fortissimo. Attendo di andare avanti ancora un pò per poi parlarne più approfonditamente sull'Inglorious Blog, restate sintonizzati!

Personalmente mi sono regalato un altro jrpg, sempre per Xbox360, di cui ho letto molto in giro per la rete e per cui ho provato una certa attrazione fin da subito, ovvero Resonance of Fate, prodotto da SEGA.
Ci ho giocato pochissimo, ma sono rimasto colpito dalla grafica, dalla colonna sonora e dal fatto che i personaggi combattono utilizzando armi da fuoco... ne riparlerò dopo averlo provato più a lungo...

Grazie ai proventi delle opinioni da me scritte su Ciao, ho scaricato altri due titoli dal Marketplace Live della Xbox 360: si tratta di Monkey Island 2 Special Edition e After Burner Climax.

Sul secondo capitolo della saga di Guybrush Threepwood non c'è molto da dire: un piacevolissimo remake in HD, con animazioni migliorate rispetto al primo (che ho scaricato in precedenza, come dicevo qualche post fa) e una colonna sonora riarrangiata in maniera a mio avviso eccellente.
Non tutti hanno mandato giù questi remake, ma io, da fan sfegatato della serie, non ho potuto fare a meno di prenderli entrambi. Sperando che esca anche il terzo, magari così com'è in origine che perfetto!

After Burner Climax è un vero caos!!! La prima partita mi ha lasciato sul divano completamente disorientato, visto quanto è veloce e frenetico. Dopo qualche altro tentativo, posso dire di cominciare a capire che cavolo succede sullo schermo!!! Un vero giocone che "mi ha spettinato la psiche"!!!

Insomma un bel Settembre all'insegna dei videogiochi e delle emozioni che riescono ancora a suscitarmi.

Ho finito Lucifer's Call, di cui parlavo sul blog dei fratelli ingloriosi, cosa che ha dato una bella spinta alla mia autostima. Non avrei mai pensato di riuscire a terminare uno Shin Megami Tensei qualsiasi, soprattutto uno bastardo e difficile come questo!

Adesso sto prendendo una pausetta dai jrpg a turni, ma credo che poi mi fionderò su Xenogears, con cui vorrei passare il prossimo inverno!

Altra cosa bella di questo mese è il ritorno di Radiogame, con un sito tutto nuovo e una serie di interessanti novità: era ora!

Speriamo che l'autunno porti altre cose buone! E non solo videoludicamente parlando...

5 commenti:

Antonio D'Astoli ha detto...

Apperò bravo per aver finito Lucifer, sei veramente degno di lode. Per il resto ottimo post riepilogativo del mese di settembre, nei tuoi acquisti non sbagli mai un colpo :D Ma Nier sbaglio o non era stato accolto così favorevolmente? Se dici che è bello, è l'ennesima conferma che riviste/siti specializzati stanno prendendo una cantonata dietro l'altra! Un caro saluto ;)

HellCiccio ha detto...

Riguardo Nier, l'accoglienza tiepida è stata data soprattutto dal fatto che il suddetto gioco è uscito in due versioni:

una si chiama Nier Gestalt e il protagonista è un uomo maturo che ha una figlia malata in un mondo post-apocalittico, dove la civiltà si è "resettata"... con elementi fantasy quali mostri, libri magici ecc...

una si chiama Nier Replicant dove al posto del "vecchio" c'è un giovincello che una sorella malata, ecc...

In pratica non è andato giù che Replicant è rimasto entro i confini giapponesi e americani se non sbaglio, dunque gli utenti europei sono stati "costretti" a giocare interpretando Nier adulto e irascibile (cosa originale e che io personalmente ho apprezzato), al posto del Nier giovincello sbarbatello, con l'emo-capello a cui i jrpg ci hanno abituato (assuefatto?).

Ed ecco qua... :D

Più avanti scriverò una recensione!

HellCiccio ha detto...

Comunque Gestalt e Replicant sono identici, fatto salvo il protagonista e qualche linea di dialogo riadattata per adeguarsi al rapporto padre/figlia e fratello/sorella... a livello di trama e gameplay non cambia assolutamente nulla!

Mi scuso per qualche errore nella stesura del precedente commento, mi sono mangiato un congiuntivo nell'ultimo paragrafo... causa stanchezza, giuro! XD

Grazie mille per il tuo commento Antonio!

Antonio D'Astoli ha detto...

Da quello che mi dici, questo Nier sembra ispirarsi un tantino a Fable, almeno per quanto riguarda la scelta di essere buono o cattivo. Tranquillo per i congiuntivi: io provo un profondo odio per questa forma verbale :D Ah, grazie per i commenti che hai lasciati sul mio blog e spero che Trine riesca a partire su Linux ;) Alla prossima!

HellCiccio ha detto...

No in effetti in Nier non si può scegliere di essere buoni o cattivi... la trama, pur avendo quattro finali differenti (ottenibili dopo il primo game-through), definisce per bene il personaggio di Nier. La differenza tra Nier adulto e Nier giovane è solo il legame di parentela con Yonah (la bambina malata), ma poi il caratteraccio di Nier rimane più o meno invariato (molto lo fa la caratterizzazione data dai doppiatori, a mio avviso)... credo che con Fable non abbia molto in comune...