domenica 29 novembre 2015

Man Vs. Backlog: God Hand - Round 2

Mi scuso per la pessima qualità della foto...

Fuori i secondi! Inizia il secondo round del primo match di Man Vs. Backlog, in cui si scontrano God Hand e HellCiccio!
Nel round precedente, abbiamo lasciato i due contendenti ai primi scambi, in cui si sono studiati a vicenda... ma ecco che arrivano i primi affondi!

* * *

Più procedo in God Hand, più mi rendo conto di quanto questo titolo rappresenti una dichiarazione d'amore ai picchiaduro a scorrimento degli anni d'oro, in cui Capcom si era affermata grazie a titoli quali Final Fight, Cadillac & Dinosaurs e tutta una serie di altre pietre miliari che non citiamo per motivi di brevità: tra le donnine in abiti succinti dotate di frusta e i nemici alti e armati di pugnali che somigliano tantissimo a Hollywood di Final Fight...

Questo titolo lo vedrei benissimo in un cabinato a gettoni, con tutta la sua verve umoristica e i rimandi agli anni '90... in questo Clover è stata davvero eccezionale nel richiamare alla mente un genere ormai quasi del tutto abbandonato dai giocatori odierni.

Dopo aver sconfitto Elvis, ho affrontato il terzo quadro, soffermandomi anche a combattere i primi scontri nell'arena, quella accessibile dalla zona del negozio e del Casinò, in cui puoi sconfiggere avversari man mano più forti e guadagnare denaro extra da spendere per i potenziamenti. Dopo una sfida a tempo che la volta precedente non riuscivo a vincere, superata grazie alle nuove mosse, ho affrontato il quinto match, molto duro poiché i due avversari, un panzone e un thug alto e coriaceo, avevano il vantaggio di combattere contro un Gene senza roulette e con gli HP dimezzati. Finora è stato lo scontro più duro, ma dopo quasi una decina di tentativi, abbiamo portato a casa anche questa vittoria.

Ho migliorato ancora la combo, introducendo calci e ginocchiate e adesso ho qualche difficoltà in meno negli scontri con i demoni, anche se in God Hand non puoi mai abbassare la guardia, dato che anche gli avversari di base, se lasciati agire, sono capaci di farti molto male.

Nel secondo quadro, abbiamo assistito a un altro flashback che racconta l'incontro fra Gene e Olivia e come il primo, per difendere la fanciulla da un gruppo di tre thug, ci abbia rimesso il braccio.

Questo dinamico trio è il mid-boss del secondo stage. Dopo aver affrontato alcune situazioni davvero toste, come un doppio braccio meccanico e un ponte da attraversare di corsa schivando le frecce sparate da tre aggeggi infernali, ci ritroviamo a combattere proprio con i tre responsabili dell'aggressione a Gene. Questa volta, però, il Godhand è dalla nostra parte e, dopo un tre-quattro tentativi andati a vuoto a causa del secondo avversario armato di boomerang (lo stesso usato per mozzare il braccio di Gene), che fra lanci e spazzate risulta forse il più ostico dei tre, finalmente abbiamo avuto la meglio.

Il primo nemico del trio è un bestione con tanto di elmo e corna, armato di una sorta di guanti chiodati, molto forte se lasciato agire, ma anche molto lento. Dopo aver capito come evitare gli attacchi più potenti, soprattutto l'onda d'urto, metterlo a tacere non è stata una grande sfida.

Cobra Twist anyone?
Il secondo avversario, invece, è uno spilungone armato di boomerang, molto veloce e subdolo, capace di farti cadere con una spazzata o lanciarti addosso la sua letale arma. Anche qui, una volta stordito è possibile eseguire una mossa speciale, in questo caso una presa del cobra che, a seguito di un'animazione un po' ambigua e un'impagabile espressione dell'avversario, ci consente di fare molto ma molto danno.

La terza nemica è una sorta di mistress sadomaso/demonessa armata di frusta, molto veloce e potente, che deve essere abbattuta soprattutto con roulette e godhand carico, altrimenti sarà capace di stenderci in un paio di mosse. 

Eh sì, Gene quando vuole è un vero gentleman
Foto tratta da Destructoid
Una volta stordita, potremo... ehm sculacciarla e toglierle molti punti vita... una mossa non esattamente politically correct, ma esilarante nel suo effetto comico.

Alla conclusione del quadro, che ci ha visti anche impegnati in un piccolissimo puzzle molto elementare (sposta la roccia sulla piattaforma a pressione per aprire la porta), ci ritroviamo di nuovo alle prese con Elvis, il primo dei quattro Devas che rappresentano gli antagonisti di Gene. Ancora una volta, Smoking Roll ci accompagna mentre affrontiamo il panzuto demone all'interno di un cimitero al chiaro di luna piena.

Dopo aver eliminato due scagnozzi armati di pugnali, ci troveremo con tutta probabilità Elvis alle spalle, che cercherà di coglierci alla sprovvista. I suoi attacchi sono più potenti del primo scontro e, stavolta, potrà anche gettare un forte soffio infuocato dal sigaro.

Anche stavolta, dopo qualche sconfitta, sono riuscito ad avere la meglio sul cicciobombo per la seconda volta e, al termine del quadro, una scenetta ci fa intendere che è giunto il momento di Shannon, la seconda e provocante Devas... tanto che terzo quadro è intitolato in modo inequivocabile "Divertimento per adulti".
Shannon ci attende... e io le scatto una foto pessima

Dopo aver potenziato TP (la barra che serve a caricare il Godhand) e gli HP, ho salvato e concluso anche questo round.

* * *

Il gong richiama gli avversari ai rispettivi angoli, notiamo un HellCiccio molto provato. Ha incassato molti colpi e, dopo un momento di tensione in cui sembrava che stesse per cadere al tappeto, lo sfidante si è rialzato e ha concluso degnamente il round.

In questo momento vediamo una situazione di equilibrio, entrambi i contendenti incassano e mettono a segno colpi su colpi.



Siamo veramente curiosi di sapere come andrà a finire, ma per questo dovrete attendere il terzo round.

Alla prossima!

1 commento:

Kirionet ha detto...

bellissimo!! :)